Spongata Don Camillo - Piccolo Mondo del Gusto di Setti Andrea - Via Nizzoli 9, 42041 Brescello (Re) - Partita IVA  02593160357

La spongata è un tipico dolce da forno ricco di ingredienti naturali e pregiati: cubetti d’arancio, mandorle, confettura d’albicocca, uvetta sultanina, miele, pangrattato, burro, spezie e aromi. Un ‘mondo’ di sapori che si sprigionano al palato secondo l’antica ricetta, rigorosamente inimitabile, della famiglia Bacchi. Già al primo assaggio si può gustare il curioso e apparente contrasto degli ingredienti ma è dal secondo (o terzo) ‘approccio’ che si può apprezzare quella che diventa una sorprendente armonia di sapori. Un dolce ricco per palati raffinati, un marchio speciale che ancora oggi è un biglietto da visita universale della nostra terra


Un dolce per tutte le stagioni

Un dolce della tradizione natalizia che si può apprezzare tutto l’anno, a fine pasto ma anche come ideale accompagnamento per aperitivi o momenti festosi. Si sposa a vini passiti e da meditazione ma anche alle bollicine

Gli ingredienti

La spongata è, nella sua forma classica, un dolce piccolo di diametro, circa 20-25 centimetri, alto 3-4 centimetri e non di più, morbido ma croccante, invitante, profumato di odori buoni che vengono dal bosco e da terre esotiche, appena spolverato da uno strato di zucchero a velo


Un dolce sorprendente

Farina di frumento, cubetti d’arancio canditi, mandorle, confettura d’albicocca, uvetta, miele, pangrattato, burro, latte, chiodi di garofano, cannella, cedro e arancio, OGM free, Shelf Life 15 mesi


L’origine del nome


Il nome spongata deriva dalla punzecchiatura che si pratica sulla sfoglia superiore per necessità di cottura; i forellini praticati la fanno assomigliare alla spugna (in latino spongia) e al favo che fornisce il miele, ingrediente basilare del dolce. C’è uno stretto rapporto fra il fenomeno della diffusione della spongata e le vie di pellegrinaggio. Se andiamo, infatti, ad analizzare le aree di diffusione del dolce e delle sue varianti, notiamo che esse gravitano significativamente sui due principali itinerari del Medioevo: la via Francigena e la via Teutonica. La spongata era il dolce dei pellegrini, perché ricco di calorie e quindi adatto a sostentare durante il faticoso cammino dei pii viandanti, ma anche perché poteva essere conservato a lngo e costituiva quindi una riserva di cibo

Come si presenta

Il prodotto si presenta dentro un astuccio di grande eleganza che riporta l’inconfondibile marchio dei film di Don Camillo e Peppone. In particolare, è descritta una scena tratta dal secondo film (Il ritorno di Don Camillo, 1953) quando il parroco con la valigia lascia il suo paese per avviarsi a una località di montagna. Dimensioni: 21,5 x 21,5 x 2 - Peso 400 g. - Confezione in cartoni da 20 pezzi

La confezione